Notizie di Febbraio 2005

Notizie Febbraio 2005
Febbraio 2005
Ucciso un altro lavoratore rurale nel Pará 18/02/2005

Ucciso stamattina un altro leader dei lavoratori rurali (18). Jailson abitava nell'insediamento di Asurimi, nella città di Altamira, nel sud dello Stato de Parà (700 km da Belém). Con questo, sono cinque le persone assassinate nel paese dopo la morte della religiosa Dorothy Stang, tre leader rurali del Parà, altri due in Alagoas. La morte della suora ha provocato reazioni in tutto il mondo. Ancora non si conoscono i particolari di quest'ultimo omicidio.
Decine di militanti e religiosi sono nella lista delle persone minacciate di morte a causa del loro coinvolgimento nella causa della Riforma Agraria, dell'Ambiente o del lavoro schiavo nel Paese. Secondo quanto indicato nella lista della Commissione Pastorale della Terra, 161 persone sono in pericolo di vita, in qualsiasi momento, per mano di pistoleri, grileiros e madereiros. È il caso di vari leader della Fondazione "Viver, Produzir e Preservar" e del Movimento per lo Sviluppo di Transamazzonica e Xingu, anche loro della città di Altamira (PA).
La morte di Jailson è stata annunciata oggi, durante l'atto ecumenico che ha riunito lavoratori Sem Terra, artisti, parlamentari e religiosi di varia congregazioni, nella Piazza Mahatma Gandhi, al centro di Rio de Janeiro.
Durante la funzione, padre Geraldo Lima, della diocesi di Nova Iguaçu (RJ) ha ricordato che il latifondo segna con la violenza e la diseguaglianza la storia del Paese. "Dobbiamo fare attenzione: i latifondisti oggi difendono l¹agrobusiness, il nuovo argomento usato per impedire la Riforma Agraria".

Il latifondo uccide un'altra volta
14/02/2005
Cari amici e amiche del MST:
Ieri mattino è stata uccisa Dorothy Stang, 73 anni, una Suora missionaria, da anni in Brasile, che lavorava con i piccoli contadini, con i senza terra e nella difesa della foresta amazzonica. Partecipava alla CPT e al MST. Era orgogliosa di indossare la maglietta del MST. Insegnava come si poteva sfruttare della natura senza distruggerla. Ultimamente viveva in un insediamento dei senza terra. Era costantemente minacciata di morte insieme ai leader dei senza terra e dirigenti dei sindacati dei contadini.