Notizie di Novembre '02

Notizie di Novembre 2002
Novembre '02
Il Movimento Senza Terra si riunisce con l'équipe di transizione
Il 7 novembre il MST si è riunito con il presidente del PT José Dirceu, e con il coordinatore del progetto Fame Zero, José Graziano. In questa occasione a Dirceu è stato consegnato il documento del MST "Al popolo brasiliano e al Presidente Lula". Il presedente Lula -ha detto Dirceu- "ci ha già detto che la riforma agraria sarà una delle priorità del governo insieme alle altre riforme necessarie come quella tributaria e quella politica". Dirceu ha elogiato il MST dicendo che con le sue azioni "ha restituito la speranza a centinaia di migliaia di famiglie che hanno acquisito di nuovo la dignità".
José Graziano ha invitato il MST a far parte del Progetto Fame Zero. All'interno del Progetto il MST potrà contribuire fornendo alimenti e anche come uno degli attori dell'organizzazione sociale. Il progetto beneficherà le famiglie accampate del MST, attraverso la distribuzione di risorse per combattere la fame, specialmente nelle aree di accampamento e nelle regioni del nordest raggiunte dalla siccità.

Lavoratore vittima della violenza della polizia a São Paulo
Nella notte di domenica 27 ottobre, il compagno Luiz Pereira Sampaio è stato raggiunto da un colpo di fucile calibro 12 sparato dall'agente della Polizia Civile João Nogueira. Luiz Sampaio e altri compagni, dopo aver votato, aspettavano l'autobus per tornare nel loro accampamento quando il presidente del Consiglio comunale di Iaras ha cominciato a insultarli e ha minacciato di chiamare la polizia per cacciarli dalla città. Dopo un po' il delegato di polizia di Iaras, dr. Rubens e l'agente João Nogueira sono arrivati sul posto. João Nogueira ha aggredito uno dei lavoratori col calcio dell'arma. Luiz Sampaio si è avvicinato chiedendo di smettere ma il poliziotto ha sparato contro di lui.
Quando la moglie di Luiz è andata alla delegazione per denunciare l'accaduto, il delegato Rubens ha minacciato di arrestarla se avesse insistito con l'idea della denuncia. Al di là del fatto che il motivo apparente dell'azione di violenza sembra sia stato il risultato delle elezioni, la verità è che la persecuzione dei lavoratori rurali insediati e accampati di Iaras, è cominciato quando i senza terra sono arrivati nella regione nel 1995. Il potere locale - sindaco, polizia civile, latifondisti - minacciano continuamente i lavoratori.