Occupazione negli stati brasiliani in occasione del 17 Aprile

Alcune delle occupazione negli stati brasiliani in occasione del 17 Aprile.
Maggio '02
Paraíba: il 12 aprile è stata occupata la fazenda Olho D'água, a Lagoa Nova. La fazenda, del signor Mauro Lima, è stata occupata da circa 100 famiglie.
Pernambuco: Le celebrazioni sono cominciate il 14 aprile, con 14 occupazioni che hanno mobilitato 4.220 famiglie. Il clima è teso in particolare a São Caetano. I lavoratori hanno protestato anche con varie iniziative contro la MP che proibisce la valutazione di terre occupate, contro la registrazione per posta e in memoria dei Martiri di Eldorado.
Goiás: Due occupazioni il 12 aprile con 550 famiglie mobilitate. La fazenda Velhos Tempos, di proprietà di Artur Barros, a Diorama e la Fazenda Forquilha Dois a Niquelândia, che appartiene al gruppo VOTORANTIM.
Rio grande do sul: La fazenda Bom Retiro, di 2.100 ettari, nel comune di Júlio de Castilhos, è stata occupata il 15 aprile da 550 famiglie. Nello stato 2500 famiglie sono ancora accampate, alcune da 3 anni e sei mesi. Solo 25 sono state insediate dal governo federale l'anno passato.
Alagoas: circa 1.500 lavoratori senza terra hanno fatto una marcia di 150 km da Arapiraca, a Maceió. Un altro gruppo di 500 lavoratori è partito da Messias per incontrarsi con il primo nella capitale dello stato. Due fazendas sono state occupate nello scorso fine settimana: Taquarana, 250 famiglie e São Bráz, ai margini del fiume São Francisco, con 100 famiglie. Sono occupate da vari mesi 10 fazendas nello stato i cui processi di esproprio sono fermi in relazione alla misura provvisoria del governo. Ci sono inoltre più di trenta accampamenti sui margini delle strade.
Bahia: 1500 lavoratori hanno occupato il giorno 15 l'area dello zuccherificio Itapetingüi, ad Amélia Rodrigues, a circa 70 km da Salvador.
São Paulo: il 13 aprile 400 famiglie hanno occupato la fazenda Capuava, di 2.200 ettari, a Bragança Paulista (a 100 km da São Paulo).
Maranhão: due manifestazioni contro l'Alca e in memoria dei Martiri di Eldorado nelle regioni di Mearim e Itapecuru,
Pará: il 10 aprile è iniziata una marcia da Castanhal a Belem che si propone di denunciare la lentezza nella liberazione di risorse per i progetti agricoli, l'alta incidenza di malattie per le 690 famiglie dell'insediamento 17 Aprile (ex-fazenda Macaxeira), l'impunità dei colpevoli del "massacro di Eldorado", il modello economico del governo FHC, l'ALCA.
Rio de Janeiro: La mattina del 16 aprile le rovine dello Zuccherificio della Fazenda Santa Maria sono state occupate da 150 famiglie di senza terra. L'azione vuole far pressione sul proprietario e sul potere giudiziario per il pagamento dei debiti di lavoro. Il MST denuncia anche, con questa azione, la strategia crudele della Misura Provvisoria che impedisce, per due anni, la valutazione di terre occupate. Questa misura condanna migliaia di agricoltori a sopravvivere ai bordi delle strade, senza acqua, cibo, in baracche di plastica, affamati.
Paraná: circa 1000 lavoratori del MST hanno realizzato una manifestazione a Foz do Iguaçu il 17 aprile. Hanno partecipato 5000 persone del MCP - Movimento Campesino Paraguai del Fórum Regional por Terra, Trabalho, Cidadania e Soberania e della Comunità araba di Foz do Iguaçu. Obiettivi della manifestazione sono: l'immediata condanna dei responsabili del Massacro di Eldorado, l'opposizione all'Alca, la pace in Medio Oriente.
Rio grande do norte: È stato realizzato il 17 aprile un atto ecumenico al centro della capitale Natal, Tra le manifestazioni, un atto è stato compiuto davanti all'Incra per protestare contro il ritardo nel processo di insediamento delle famiglie.
Piauí: clima teso nel nord dello stato. Circa 60 lavoratori hanno realizzato due occupazioni, una nel comune di Canto do Buriti-Fazenda Vão e a Ponte dos Lopes -fazenda Passagem das Canoas.
Il 1° aprile è stato brutalmente assassinato da pistoleiros il lavoratore rurale Sebastião Marques de Sousa di 49 anni e altri 29 lavoratori sono minacciati di morte. È il terzo lavoratore ucciso quest'anno nella regione nord del Paiui, regione litoranea che possiede un'area federale che è però affittata ad un gruppo spagnolo-giapponese che ha un'allevamento di gamberi e domina completamente la regione.
Mato Grosso Do Sul: I lavoratori degli insediamenti Silvio Rodrigues- Rio Brilhante e Geraldo Garcia - Sidrolândia, hanno fatto donazioni di sangue e distribuito opuscoli sull'importanza della lotta per la terra. Atti di protesta contro l'impunità degli assassini di Eldorado sono stati realizzati nei comuni di Eldorado, Pontaporã, Itaquiraí.
Nel comune di Casa Verde i lavoratori hanno occupato una strada.
Minas Gerais: Occupazione di due fazende nel comune di Novo Ruzeiro - 120 famiglie e Uberlândia, 150 famiglie. Le famiglie mobilitate in occupazioni sono state complessivamente 2000.