Ucciso un dirigente senza terra in Parana, Novembre 2007

Ucciso un dirigente senza terra in Paraná
Aggiornamenti Novembre/Dicembre 2007
27 Novembre 2007
Ricordate l'attacco dei pistoleiros alle famiglie del MST/Parana accampate nell'area in cui la Syngenta Seeds fa esperimenti con sementi transgeniche (in una zona in cui è proibito per legge, a meno di 4 chilometri dal Parco Nazionale di Iguaçu, importante area di preservazione della biodiversità) ? E' stato ucciso un dirigente del MST del Parana, Keno e sono stati feriti altri militanti (sono ancora gravi Celso e Celia).
Giustizia non è stata fatta ci scrivono i senza terra.
I pistoleiros che hanno sparato e ucciso sono già in libertà.
Le famiglie senza terra sono ancora accampate in quell'area che il MST vorrebbe trasformare in un centro di Agroecologia, ma stanno attraversando un periodo molto difficile senza nessun aiuto. Hanno problemi a procurarsi gli alimenti indispensabili e nel proteggersi sotto baracche improvvisate di plastica nera. Non ricevono nessuna forma di aiuto. L'appello è chiaramente urgente.

Chi volesse aiutare queste famiglie a comprare alimenti e teli di plastica per proteggersi può comunicarci rapidamente che tipo di contributo può dare e versarlo sul conto di Amig@s MST-ITALIA:
Conto: 512340, ABI: 05018 CAB:02800 CIN: X


La Syngenta condannata in Paraná
6 dicembre 2007
La giustizia federale dello stato del Parana ha deciso il 30 novembre che le attività svolte dalla Syngenta Seeds, a Santa Tereza do Oeste, nell'area vicina al Parco Nazionale di Iguaçu, sono illegali. È stata quindi confermata la multa del marzo 2006 comminata dall'IBAMA di R$ 1 milione In quest'area l'Azienda non potrà più sviluppare ricerche con soja transgenica.
L'area attualmente è occupata da Via Campesina che protesta contro la Syngenta che ha ripreso gli esperimenti illegali. Nel giorno in cui l'area è stata occupata, il 21 ottobre 2007, guardie di sicurezza dell'impresa NF, pagate dalla Syngenta hanno ucciso a bruciapelo un militante del MST e di Via Campesina, Valmir Mota de Oliveira, Keno, di 34 anni. Altri 6 lavoratori sono stati gravemente feriti.